La primavera è arrivata, inevitabilmente anche le allergie: l’alimentazione può aiutare (allergie crociate)

Questa stagione è bellissima, ma non per chi soffre di allergie ai pollini e al complesso corpuscolo che ci troviamo a respirare quotidianamente.

Non tutti sanno che è importantissimo tenere sotto controllo l’alimentazione: quello che si mangia può influire sui sintomi, si definiscono allergie crociate.

Esistono dei cibi che di per sé aumentano la liberazione d’istamina (mediatore dei processi allergici), quindi ne va ridotta l’assunzione se di base c’è una reattività allergica.

Si parla poi nello specifico di reazioni crociate tra antigeni alimentari anche di famiglie botaniche diverse: se c’è un problema legato ad una pianta o ad una particolare specie, anche certi alimenti possono causare il disturbo o comunque peggiorare i sintomi.

Ecco le principali famiglie botaniche verso cui si manifestano allergie e gli alimenti che possono dare reazioni crociate. Si consiglia di ridurre i cibi che sono solo potenzialmente problematici, se non di eliminarli del tutto nei casi più gravi.

Ricordo che non tutti siamo uguali e quindi due persone con una stessa allergia possono reagire in maniera diversa al medesimo alimento.

Betulacee

Le principali betulacee di uso alimentare sono: nocciole, noci, mandorle e frutta secca

Di seguito un elenco di alimenti che crociano con le betulacee:

  • Cereali: segale, avena, frumento
  • Frutta: Frutta secca, succhi di frutta con papaia e papaina, pere, mele, albicocche, susine, prugne, fragole, kiwi, avocado, nespole, ananas, arance, lamponi, cocco,pesche, ciliegie, arance, banana.
  • Verdura: carote crude, sedano, finocchio, patata, sedano, lattuga, prezzemolo, pomodoro.
  • Altro: semi di papavero, sesamo, cannella, basilico, prezzemolo, marmellate, gelati e altri alimenti con additivi a base di papaia e papaina (es: additivi per ammorbidire la carne), alimenti con additivi a base di ananas e bromelina.

Composite

Le principali composite di uso alimentare sono: carciofo, cardo, lattuga, cicoria, indivia, scarola, tarassaco

Di seguito l’elenco degli alimenti che danno reazioni crociate con le composite:

  • Frutta: melone, castagne, anguria, banana, mela, noci, arachidi, nocciola.
  • Verdura: finocchio, zucca, sedano, carota cruda, zucchine, cetriolo, patate.
  • Altro: anice, camomilla, basilico, semi di finocchio, semi di zucca, prezzemolo, dragoncello ( si trova anche in aceto e sottaceti), olio e semi di girasole, margarina, miele, camomilla, tarassaco, ginepro, pistacchio, anice.

Graminacee

Le graminacee sono diverse e si ritrovano in numerosi alimenti:

  • Frumento: prodotti confezionati contenenti farine poco cotte come pizza, tigelle, piadine, mollica di pane (la cottura completa inattiva l’allergene), alimenti con farine nascoste come wurstel , maionese commerciale, salse commerciali.
  • Grano
  • Malto ed orzo: cereali e biscotti per la prima colazione, infusi di orzo, miscele per caffè, yogurt al malto, pappe per la prima infanzia.
  • Mais: maizena
  • Avena: fiocchi d’avena e biscotti
  • Riso: Farina di riso
  • Miglio

Di seguito l’elenco degli alimenti che crociano con le graminacee:

  • Verdura: pomodoro, melanzana, peperone, patata, sedano, bietola.
  • Frutta: pere, agrumi, Kiwi, anguria, melone, ciliegie pesca, prugna, albicocche, fragole, arancio
  • Frutta secca: mandorle, arachidi, nocciole.
  • Altro: semi di papavero, sesamo

 

Alimenti da controllare:

Altri alimenti a cui fare attenzione se siete allergici sono:

  • Miele
  • Propoli
  • Pappa reale
  • Tisane
  • Infusi e decotti

Altri tipi di allergie

Ci sono poi altre allergie per le quali il cibo crea meno problemi, ma che possono comunque avere reazioni crociate con gli alimenti:

  • Allergia a urticacee e parietaria, vanno controllati: piselli, basilico, limone, melone, ciliegie, gelso e altre moracee, pistacchio. Soia, arachidi, fagioli, kiwi, patata.
  • Allergia ad ambrosia/assenzio, possono dare problemi: camomilla, banane, anguria, melone, carota, zucca, lattuga, cicoria, tarassaco, olio di girasole, margarina, castagne, sedano, prezzemolo, pepe verde, miele.
  • Allergia alle poligonacee, attenzione al grano saraceno
  • Allergia al lattice possono dare reazioni: banana, kiwi, ananas, avocado, castagna, kiwi, melone, pesca, papaia, mango, passiflora,
  • Allergia all’epitelio di gatto, controllare l’assunzione di carne di maiale.
  • Allergia agli acari, possono dare problemi: lumache, molluschi, gamberetti, crostacei.
  • Allergia ad alternaria/funghi attenzione a: alimenti che contengono muffe (funghi, sottaceti, maionese, ketchup, formaggi stagionati, salumi, carne e pesce affumicati, conserve, frutta secca).
  • Allergia a miceti /aspergillus, controllare l’assunzione di: aceto, funghi, yogurt, lievito di birra e formaggi fermentati.
  • Allergia al cipresso, attenzione a: mela, pera, pesca, albicocca, prugna, ciliegie, nocciole, noce, mandorle, nespole, arachidi, lamponi, fragole, kiwi, sedano, finocchio, carota, prezzemolo.

Infine è fondamentale bere in modo costante nel corso di tutta la giornata: l’acqua è l’alleato fondamentale per ripulire l’organismo.