Viva la fragola!!

2016-05-27T13:34:23+02:00 27 Maggio 2016|Articoli|

Maggio è il mese della fragola

Buonissimo frutto, dal gusto delicato con una polpa rossa, dolce e profumata. La fragola è ricchissima in vitamina C, ma anche buona fonte di magnesio, ferro, calcio e fosforo oltre ad essere un potente antiossidante, ha proprietà drenanti depurative e rinfrescanti. Contiene lo xilitolo, un sostanza dalla proprietà dolcificante, che agisce anche contro i batteri responsabili di carie ed alito cattivo. Quando si acquistano, vanno scelte turgide, con il picciolo ben attaccato e che siano di colore rosso vivo ed uniforme su tutta la superficie, se una parte è bianca non sono ancora mature, se in vece sono un po’ morbide al tatto vanno mangiate entro breve. Se si comprano in vaschette di plastica, va fatta attenzione alla muffa, che in breve tempo si può diffondere a tutti i frutti. Le fragole vanno conservate nello scomparto per frutta e verdura (quello meno freddo) al massimo per due o tre giorni. Per pulire questi frutti basta sciacquarli accuratamente con acqua corrente, in modo da ripulire tutta la superficie che è molto porosa, invece lasciarle a bagno in acqua troppo a lungo fa si che perdano le loro proprietà e che deperiscano più in fretta. Sono un ottimo spuntino spezza-fame da consumare a metà mattina o pomeriggio, perché hanno solo 27Kcal ogni 100gr e sono costituite per il 90,5% circa di acqua, in un regime alimentare ipocalorico vanno consumate al naturale oppure condite con solo succo di limone. Ma le fragole si possono usare anche come variante per primi piatti sfiziosi. Un risotto alle fragole oppure per condire cereali quali orzo e farro.

Orzo con fragole e asparagi

Ingredienti (4 persone)

  • Orzo perlato 320 gr
  • Fragole 250 gr
  • Asparagi n.4
  • Aneto fresco
  • Mezzo limone spremuto
  • Aceto
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • Cipollotto fresco

Pulire gli asparagi e cuocerli in acqua bollente finché non diventino teneri ma non troppo, devono restare croccanti. Nel frattempo cuocere l’orzo in poca acqua, leggermente salata, una volta cotto, sciacquarlo con acqua fredda e metterlo da parte. Mettere il succo di mezzo limone nell’ orzo e mescolarlo fino a sgranare bene i chicchi. Tagliare gli asparagi a pezzetti di 1 cm circa, affettare il cipollotto finemente, lavare e tagliare le fragole, sminuzzare l’aneto ed infine unire il tutto con l’ orzo. Fare un’emulsione di olio, sale e aceto per condire. Buon appetito!

Dott.ssa Beatrice Margani

Ricevo su appuntamento.

Per prenotare un appuntamento, per chiedere qualche chiarimento o solo per avere più informazioni puoi chiamarmi al telefono:

Dott.ssa Beatrice Margani: 338 28.97.124
info@beatricemargani.it