La zucca: protagonista di halloween

La zucca è un ortaggio tipico dell’autunno e fa parte della famiglia delle cucurbitacee.

Semi

Sono ricchi di omega 3, possono essere usati tritati in insalate o yogurt o come condimento con altri semi. Contengono anche lecitina, tiroxina, fosforo, vitamina A e vitamine del gruppo B, cucurbitina (antielmintica: l’estratto di semi di zucca immobilizza i parassiti intestinali, poi da eliminare con un lassativo, in caso di elminti consultare sempre un medico), tocoferoli, tocotrienoli, proteine, pectine e olio grasso. Pochi minerali: selenio, rame, zinco, manganese.

Si estrae da questi un olio ottimo per condire a crudo ed è indicato in caso di ipercolesterolemia e aterosclerosi,perché ricco di acido oleico e linolenico oltre a carotenoidi e protoclorofille. La presenza di beta-steroli conferisce un’azione utile in caso di ipertrofia prostatica e di vampate ed insonnia causate dalla menopausa.

 

Polpa

Contiene sostanze antiossidanti, in particolare il betacarotene, precursore della vitamina A, che serve al nostro organismo per la rigenerazione cellulare, per ritardare l’invecchiamento dei tessuti.

Come vitamine contiene: provitamina A, vitamina E e vitamina C. Tra i minerali è ricca di: fosforo, ferro, magnesio, potassio.

È considerata un alimento ipocalorico, perché ha solo 18 kcal ogni 100 gr. In proporzione ha un 94,5% di acqua, un 3,5 % di carboidrati, un 1,1% di proteine e un 0,1% di grassi.

Può essere cucinata al forno, al vapore, stufata, lessata o sotto forma di vellutata o dentro a minestroni. La polpa lessata e frullata può essere usata come alternativa alla passata di pomodoro sia come condimento per la pasta, sia sulla pizza. Se si aggiunge all’impasto del pane si ottiene una bella colorazione e un’ottima fragranza, nel pane possono essere aggiunti anche i semi.

Se fatta al forno è un’ottima alternativa alle patate lo stesso sotto forma di purea. Ma può essere anche usata per dolci e ciambelle.

Proprietà

  • Protettive per le cardiopatie, grazie agli antiossidanti
  • Combatte stitichezza e aiuta la regolarità dell’intestino, è consigliata in caso di colite.
  • Aiuta la digestione ed ha azione depurativa a livello epatico e intestinale.
  • Il succo ottenuto con una centrifuga è consigliato in caso di ulcera e di iperacidità gastrica (da assumere un’ora è mezzo prima dei pasti)
  • Adatta ai diabetici per i pochi glucidi contenuti
  • Protettiva per la pelle grazie ai carotenoidi
  • Blanda azione diuretica.

Ed ecco un due ricette veloci e buonissime!!

Chips di zucca

è una ricetta semplicissima, le chips si possono usare in alternativa alle patatine commerciali oppure al posto di pane o crackers oppure per accompagnare minestroni e vellutate.

Tagliare la zucca, svuotarla dai semi (questi li potete mettere conditi con sale integrale su della carta forno e farli essiccare dopo averli lavati e asciugati, a 180 gr per 25-30 min) e togliere la buccia. Fare delle fettine di circa 2-3 mm di spessore con la polpa, si può usare un coltello, una mandolina o anche l’affettatrice.

Il forno deve essere già caldo a 180 gradi.

Le fettine di zucca vanno messe su una o due placche rivestite di carta forno e vanno spennellate con olio extravergine di oliva e rosmarino sminuzzato. Cuocere per 25-30 minuti finché la zucca sarà abbrustolita e dorata. Poi condire con sale integrale e servire.

Vellutata di zucca

Questa ricetta me l’ha data la contadina da cui mi sono fermata a comprare la zucca del suo campo, ormai molto tempo fa, ma la faccio sempre così.

Per ogni kg di zucca usato bisogna mettere 1 etto di sedano, 1 etto di carota e 1 etto di cipolla ramata, a volte uso altri tipi di verdura come finocchio e patate.

Tagliare la zucca a metà, togliere i semi, eliminare la buccia e tagliare la polpa a pezzetti. Lavare e fare a pezzetti anche le altre verdure, mettere in una pentola e coprire di acqua, fare cuocere a fuoco bassi per circa 45 minuti. In cottura mettere anche un mazzetto di odori (rosmarino, alloro…legati tra loro, in modo da poi poter tolgliere tutto insieme). Una volta finita la cottura frullare tutti gli ortaggi. Aggiustare di sale e aggiungere 1-2 cucchiai di miele. Condire con parmigiano e servire.