Come difendersi dal caldo

L’alimentazione è fondamentale per aiutare l’organismo ad affrontare il caldo. La base è un corretto apporto di acqua, ma anche gli alimenti andrebbero scelti in base alla temperatura.

Innanzi tutto la natura deve essere la nostra prima consigliera:

  • Scegliere frutta e verdura di stagione: quelle estive sono le più ricche di acqua e zuccheri, quindi aiutano a reidratarsi, a recuperare energia e a reintegrare le perdite di Sali minerali (anguria, melone, pesca…)

Chi deve stare più attento

  • Sicuramente i bambini perché si disidratano più facilmente.
  • Gli anziani perché non hanno un senso spiccato della sete.
  • Le donne in gravidanza ed allattamento perché il fabbisogno di acqua aumenta già fisiologicamente
  • Chi soffre di pressione bassa, per rischio di ipotensione marcata
  • Gli ipertesi, spesso col caldo i farmaci antipertensivi vanno dosati diversamente

Acqua

  • Bisognerebbe bere normalmente 1,5-2 l di acqua al giorno, col caldo anche di più, perché interviene nella termoregolazione. Come calcolare il fabbisogno di acqua, in condizioni sedentarie è sufficiente applicare una semplice formula: peso corporeo x 0,03. Per esempio una persona di 80 Kg dovrà bere ogni giorno almeno 2,4 litri di acqua (80 x 0,03 = 2,4).
  • Che tipo di acqua: d’estate sarebbe meglio un’acqua “mineralizzata” (residuo fisso compreso tra 500-1500 mg/l perché consente di reintegrare i liquidi ed i sali minerali persi con la sudorazione)
  • Acqua a temperatura ambiente, se troppo calda o fredda aumenta la sudorazione

Cosa preferire

  • Alimenti ricchi in calcio, aiutano la termoregolazione: yogurt, kefir, mandorle, fagioli, cavolfiore, quinoa, orzo
  • Frutta e verdura sempre. La digestione aumenta la temperatura corporea e quindi la sudorazione, frutta e verdura sono ricche in acqua e quindi aiutano la termoregolazione durante la digestione e reintegrano i sali minerali
  • Olio di oliva: facilmente digeribile
  • Alimenti poco elaborati più facilmente digeribili
  • Magnesio: cereali integrali, frutta secca, verdure a foglia verde
  • Potassio: banane, piselli, albicocche, fagioli e cavoli

Cosa evitare

  • Limitare: carni rosse, prosciutto crudo, salame, fritti
  • Caffè: caffeina aumenta la sudorazione
  • Bevande gassate e acqua fredda: raffreddano l’organismo rispetto all’esterno, lo sbalzo di temperatura viene compensato con la sudorazione
  • Grassi, fritti, cibi speziati, aglio, cipolla, verza (le sostanze passano nel sudore)
  • Sale: se c’è sodio in eccesso la sudorazione viene aumentata per compensare
  • Cibi piccanti: fanno sentire caldo e quindi aumenta la termoregolazione col sudore
  • Alcolici: inducono vasodilatazione e quindi aumentano la sudorazione

Integratori

In alcuni casi può essere necessario un integratore come supporto, ma sempre su parere medico.

Ecco però come fare un integratore in casa:

  • 1 litro di acqua
  • 30 gr. Zucchero o miele
  • mezzo cucchiaino da caffè di sale (meglio se integrale)
  • succo di limone o pompelmo
  • Eventualmente si può fare usando tè verde in bustina come base e lasciando a macerare frutta di stagione a pezzetti (come pesche e albicocche…)