Kefir…cos’è?

Cos’è?

Il kefir è una bevanda fermentata, ottenuta appunto per fermentazione a partire da latte fresco (come lo yogurt):

  • Vacca
  • Pecora
  • Capra

Si usano i granuli di kefir, fatti di kefiran (un polisaccaride che sembra avere proprietà antibatteriche) su cui proliferano colonie sia di lieviti che di batteri in simbiosi. Il prodotto finale è un fluido cremoso, il sapore è lievemente salato ma il gusto è fresco e l’aroma è dolce.

Contenuto

Quindi il kefir contiene:

  • Fermenti che vanno ad integrare la flora batterica intestinale, rispetto allo yogurt che normalmente contiene solo lactobacillus bulgaricus e streptococcus termophilus, e che nel kefir sono di molti tipi diversi e sono in grado di arrivare vivi e attivi nell’intestino.
  • Minerali biodisponibili: calcio, magnesio, fosforo (importanti per il sistema nervoso)
  • Aminoacidi essenziali (cioè non prodotti dal corpo umano): triptofano, prolina, lisina, treonina
  • Vitamine: acido folico-B9, cobalamina-B12, tiamina-B1, vitamina K, biotina che a loro volta migliorano l’assorbimento di altre vitamine, come l’acido pantotenico-B5. Importanti per tutto l’organismo: metabolismo energetico, sistema immunitario…
  • Enzimi che colonizzano l’intestino e favoriscono la digestione
  • Beta-galattosidasi (lattasi) che metabolizza circa il 30% del lattosio presente, rendendo il kefir adatto anche agli intolleranti al lattosio
  • Lieviti (assenti nello yogurt), che colonizzano il tratto intestinale contrastando i possibili lieviti nocivi presenti.

175 ml forniscono in media:

  • Proteine 6gr
  • Calcio 20% del fabbisogno quotidiano
  • Fosforo 20% della quota giornaliera
  • Vit B12 14% del fabbisogno giornaliero
  • Magnesio 5% della quota giornaliera
  • Vit D in buona quantità (che serve per l’utilizzo del calcio da parte dell’organismo)
  • Carboidrati 7-8gr
  • Grassi 3-6gr
  • 100 calorie circa

Tipologie

  1. Kefir di latte
  2. Kefir di acqua

I granuli di kefir possono far fermentare altri liquidi (acqua, latte vegetale-riso-soya-quinoa-avena…acqua di cocco, latte di cocco), ma solo se viene aggiunto zucchero o frutta. I fermenti così sviluppati sono però meno ricchi di varietà di batteri e lieviti, rispetto a quello di latte e il profilo nutrizionale è inferiore.

Proprietà

  • Riequilibrio della flora batterica intestinale
  • Regolazione del transito intestinale
  • Aumento delle difese immunitarie
  • Apporto di minerali, proteine e vitamine
  • Utile in caso di osteoporosi (vit D e calcio)
  • Un aiuto in caso di allergie perché riduce l’infiammazione ad esse correlate
  • Migliora la digestione

Uso

Alternativa a latte o yogurt. Ottimo come colazione, anche associato a frutta secca, frutti rossi e semi oleosi. Questa combinazione fornisce così le proteine del kefir, carboidrati a lento assorbimento, grassi buoni (omega 3 e 6) nei semi oleosi e frutta secca, sali minerali, vitamine e fibra in frutti rossi e frutta secca oltre che nel kefir.

Preparazione

In un contenitore di plastica o meglio di vetro, mettere un cucchiaino di grani di kefir, poi 200 ml di latte vaccino, posare il coperchio ma non chiudere perché serve aria e aspettare 12-36 ore a temperatura ambiente. Poi filtrare, evitare colini di metallo per non danneggiare i grani di kefir. La bevanda è pronta, si può conservare fino a 3 giorni in frigo. I grani possono essere riusati con nuovo latte.

Si trova anche in commercio già pronto.