Calcoli renali: acqua e alimentazione come aiuto!!

I calcoli renali sono formazioni solide che si depositano nell’apparato urinario, per precipitazione ed aggregazione di sostanze di solito disciolte nelle urine. La composizione più comune è a base di calcio, ossalati, acido urico; meno frequenti quelli a base di struvite e di cistina. La conoscenza della composizione del calcolo e di alcuni parametri urinari è utile per una corretta terapia. Ci sono però indicazioni comportamentali e alimentari utili per tutti i tipi di calcolosi. Un’alimentazione corretta dovrebbe essere la misura principale nella prevenzione della formazione dei calcoli, dato che il contenuto delle urine è direttamente correlato alla dieta. Le modifiche dietetiche, in relazione allo specifico tipo di calcolosi devono essere approvate dal proprio medico.

Indicazioni valide per tutti i tipi di calcoli

Se c’è tendenza a formare calcoli bisogna mantenere attiva la diuresi:

  • Bere molta acqua oligominerale (2l al giorno, sono considerate oligo minerali quelle acque con residuo fisso a 180° inferiore a 200mg)), anche lontano dai pasti (mattina a digiuno e sera), dividendola in più bicchieri in vari intervalli.
  • Evitare eccessi di peso con una corretta alimentazione
  • Evitare diete strettamente vegetariane
  • Evitare alimentazione troppo ricca di proteine: se a colazione sono assunti yogurt o latte, basta una porzione di secondo al giorno o a pranzo o a cena, alternando carne, pesce, uova, formaggio
  • Ridurre l’utilizzo del sale (non aggiungere mai sale ai piatti una volta a tavola, ridurre al minimo il consumo di sale nella preparazione e nella cottura dei cibi, evitare i cibi “trattati” con sale, conservati in scatola, in salamoia, essiccati o affumicati, evitare gli alimenti naturalmente ricchi in sodio quali  rognone,  fegato,  molluschi, preferire il pane toscano senza sale, preferire formaggi meno ricchi di sale -ricotta, mozzarella, Grana Padano Dop- evitare l’uso di margarina e burro come grassi di condimento)
  • Evitare preparazioni elaborate, fritti, sughi, intingoli, grassi animali (lardo, panna, pancetta)
  • Fare attività fisica (20-30 minuti di camminata quotidiana)
  • Assumere supplementi di vitamine C e D solo se prescritti dal medico

 

Indicazioni per i tipi specifici di calcoli: 

CALCOLOSI FOSFATICA 

ALIMENTI PERMESSI:

  • Carne con l’esclusione di quelle elencate fra gli alimenti sconsigliati ;
  • Cereali raffinati(pane bianco, pasta, cracker, pane biscottato)
  • Frutta fresca,surgelata,in scatola,
  • Zucchero,
  • Marmellata,gelatina,sciroppo di frutta,
  • Patate

ALIMENTI DA CONSUMARE CON MODERAZIONE:

  • Latte non più di una tazza al giorno,
  • Uova,
  • Legumi,
  • Dolci,
  • Tè e caffè leggeri,
  • Vino e birra,
  • Verdure diverse dalle patate.  
  • Sale,spezie,condimenti. 

ALIMENTI SCONSIGLIATI:

  • Prodotti da forno preparati con farine integrali,
  • Formaggi fermentati o salati,
  • Dolci con uova e latte,
  • Liquori o vini ad alta gradazione alcolica,
  • Frutta secca (uva,prugne,datteri,fichi,albicocche,noci,nocciole,arachidi)
  • Cioccolata,
  • Pesce,
  • Crostacei e molluschi,
  • Carni insaccate,salate,affumicate(prosciutto,salame,salsicce,etc)
  • Carne di maiale,
  • Selvaggina,
  • Fegato,Cervella,trippa,animelle. 

CALCOLOSI DA OSSALATI

In generale è consigliato cuocere le verdure in molta acqua acidulata (con un po’ di aceto), in modo da far uscire la maggior quantità di ossalati possibile. 

ALIMENTI PERMESSI:

  • pane
  • pasta di semola, riso
  • carne magra (bollita, al vapore, ai ferri, al forno)
  • pesce
  • uova
  • manzo e pollame
  • frutta fresca e verdura in piccole quantità (circa g.300 al giorno, tra la frutta : banane, ciliegie mele meloni, pompelmo, tra la verdura: cipolle, patate, piselli, ravanelli)
  • tutti gli alimenti non citati successivamente 

ALIMENTI DA CONSUMARE CON MODERAZIONE:

  • latte e formaggi ( limitare a 1 volta la settimana)
  • patate, carote, indivia,ceci, carciofi, sedano, cavolfiore,
  • fagioli, cocomero
  • agrumi

 ALIMENTI SCONSIGLIATI:

  • cioccolato, cacao
  • te’
  • pepe,
  • spinaci, bietola, piselli, fagiolini, cicoria, fave, lenticchie, olive,pomodori, rabarbaro, prezzemolo, erba cipollina, barbabietola rossa, verza
  • amaranto
  • frutta secca 

CALCOLOSI DA OSSALATO DI CALCIO

Dieta normocalorica e normoproteica, con normale contenuto di sale e di calcio e con un apporto di liquidi tale da mantenere il volume della diuresi di circa 2 litri/die. Quindi evitare eccessive quantità di sale, proteine animali e zuccheri. I fitati presenti in alcuni alimenti (germe di grano, crusca) sembrano ridurre la cristallizzazione dei sali di calcio, quindi può essere utile consumare pane, pasta e prodotti da forno “integrali”. Solo se è presente iperossaluria (cioè ossalati nelle urine) vanno limitati nella dieta i cibi ricchi di ossalati; altrimenti è preferibile non farlo visto che molti di essi hanno importanti valenze salutistiche.

Contrariamente a quanto erroneamente molti pensano, non è consigliato ridurre l’assunzione degli alimenti ricchi di calcio (salvo i rari casi di ipocitraturia), che invece aiutano a ridurre l’assorbimento degli ossalati da parte dell’intestino.

Il medico valuterà sulla base dei parametri urinari se è necessario integrare con una terapia farmacologica.

CALCOLOSI DA URATI

In generale  la dieta deve controllare l’apporto calorico e deve ridurre l’apporto di purine, i cibi che ne contengono elevate quantità, hanno un alto contenuto di residui acidi e tendono ad acidificare le urine e quindi ad aumentare la escrezione urinaria di acido urico. La quota proteica non dovrebbe superare 1g per kg di peso al giorno, nei soggetti in sovrappeso il programma di perdita di peso deve essere graduale per non peggiorare l’iperuricemia

ALIMENTI DA EVITARE O LIMITARE

  • Frutti di mare, acciughe, sardine sott’olio, aringa, caviale,
  • frattaglie,
  • estratti di carne, brodo di carne, cacciagione,
  • intingoli,
  • carni e pesci grassi.

ALIMENTI DA CONSUMARE CON MODERAZIONE

  • Zucchero, miele, marmellata, dolci in genere sono da ridurre fortemente e da evitare in presenza di diabete
  • Carne o pesce non più di g. 100 al giorno, comunque una sola porzione
  • Due porzioni di frutta al giorno, evitando quella molto zuccherina e assolutamente da evitare quella sciroppata
  • Ridurre le bevande alcoliche 

ALIMENTI SCONSIGLIATI

  • Frattaglie, cacciagione, insaccati
  • Brodo di carne, dadi e estratti per brodo
  • Anguilla, salmone, aringa, sardine, acciughe, stoccafisso, baccalà, caviale
  • Crostacei, frutti di mare, molluschi
  • Spinaci, cavoli,cavolfiore, asparagi, funghi, legumi
  • Frutta oleosa e secca
  • Cacao, cioccolato, te forte, caffè (se non si riesce ad eliminare del tutto, non più di 2 caffè al giorno)

CALCOLOSI DA STRUVITE

Di solito è causata da una infezione batterica delle vie urinarie, che provoca la formazione di cristalli di struvite. In questo caso deve essere il medico a stabilire la terapia più adatta.

 CALCOLOSI DA CISTINA

In questo tipo di calcoli è consigliato bere fino a 4 l di acqua al giorno (evitare di fare coliche d’acqua:bere non tutto in una volta ma a più intervalli distribuiti on tutta la giornata, se ci si sveglia, anche durante la notte). A livello dietetico, vanno ridotte le proteine animali (carne, pesce, uova). Le urine possono essere alcalinizzate con citrato di potassio, su indicazione del medico.